Oculistica, Oftalmologia e Ortottica

La visita oculistica serve a valutare lo stato di salute degli occhi.
La prima parte della visita, grazie ad anamnesi ed esame obiettivo del paziente, stabilisce la presenza o meno di fattori che, visivamente, compromettono il benessere degli occhi, per esempio: il disallineamento e la corretta motilità delle pupille, o un’anomalia della struttura oculare che potrebbe far sospettare una malattia.

La seconda parte della visita prevede la misurazione della pressione intraoculare (tonometria), l’esame del fondo oculare e l’analisi dell’acuità visiva, cioè la capacità dell’occhio di mettere a fuoco gli oggetti vicini e lontani.

Diagnostica oftalmologica strumentale

Le informazioni ottenute dalle moderne tecnologie di imaging costituiscono un contributo significativo e complementare alle valutazioni cliniche in termini di prevenzione, diagnostica e terapia in Oftalmologia.

Il Campo visivo computerizzato binoculare

Indispensabile nella diagnosi e nella valutazione dell’evoluzione del glaucoma, nelle patologie a carico del nervo ottico (neurite ottica, edema della papilla ottica, ischemia del nervo ottico…) e nello studio di alcune patologie a carico del SNC (sclerosi multipla, neoplasie cerebrali…).

Oculistica e Oftalmologia pediatrica

L’oftalmologia pediatrica è la branca dell’oculistica che si occupa delle malattie dell’apparato visivo dell’età pediatrica e connesse allo sviluppo del sistema visivo.

Lo studio delle particolari condizioni cliniche oculistiche nei bambini richiede personale specificatamente specializzato nella gestione delle varie situazioni patologiche presenti nell’età infantile (ortottisti ed oftalmologi pediatri).

Vengono eseguiti i seguenti esami:

  • Esame della motilità oculare
  • Esame della acutezza visiva
  • Prevenzione e cura dell’eventuale ambliopia
  • Esame della refrazione (cioè dei difetti visivi)
  • Esame delle strutture anatomiche dell’occhio

Non è strettamente necessario che il bambino collabori durante la visita oculistica.Possono infatti essere utilizzate da parte del personale preposto numerose manovre diagnostiche indirette che consentono un corretto inquadramento della condizione antomo-clinica presente ed una sua valutazione clinico-terapeutica eventuale fin dai primissimi giorni post-partum.
Uno dei metodi piu’ validi per determinare l’acuità visiva nei bambini in età prescolare è quello ideato da Albini.

In breve tale metodo si basa su una serie di E di dimensioni variabili casualmente orientate in quattro possibili direzioni: a destra, a sinistra, in alto ed in basso.

Il metodo di Albini può essere utilizzato in bambini di almeno 3 anni di età ma questo non significa che non si possa fare una visita anche in un neonato!

Ambulatorio di Ortottica

L’Ortottista si occupa dei disturbi motori e sensoriali della visione ed effettua le tecniche di semeiologia strumentale-oftalmologica.
In particolare gli esami ortottici sono volti all’identificazione delle anomalie della visione binoculare come strabismo (occhio storto), la diplopia (visione doppia) e l’ambliopia (occhio pigro), esse sono delle condizioni cliniche che spesso passano misconosciute specie se di lieve entità, ma che possono essere risolte agevolmente se diagnosticate e trattate in tempo.

La figura dell’ortottista si rivolge pertanto alla diagnosi ed al monitoraggio delle situazioni  descritte associata sempre alla supervisione del medico oculista cui spetta il compito della terapia (prescrizione degli occhiali, valutazione dell’occlusione, interventi chirurgici, ecc…).

Si occupa di prevenzione delle anomalie e dei disturbi visivi principalmente in età prescolare e scolare, attraverso programmi di screening nelle scuole materne ed elementari o presso i consultori pediatrici, nei reparti di neonatologia e di pediatria.
FONDAMENTALE in età PEDIATRICA per la diagnosi precoce delle anomalie che possono colpire il regolare sviluppo della funzione visiva.

In età ADULTA, l’ortottista svolge un ruolo importante nella riabilitazione di pazienti con deficit motori e sensoriali a carico dell’apparato visivo come ad esempio i deficit di convergenza e fusione che sono alla base del cosiddetto stress da affaticamento visivo.

Il suo contributo è fondamentale nella rieducazione del paziente ipovedente.

Partecipa alla prevenzione dell’astenopia, o sindrome da affaticamento visivo, che può colpire chi lavora al videoterminale o PC.

OCULUSTICA – Adulti e pediatrica IN CENTRO A DOMICILIO
Prima visita oculistica € 64
Visita oculistica di controllo € 54
Fondo oculare + tonometria € 54 € 130*
Visita specialistica ortottica € 49 € 130*
Visita specialistica ortottica + visita specialistica oculistica € 84
A domicilio viene eseguito solo fondo oculare senza tonometria

Alcor di Nibbiola

Via Gramsci 16
28070 Nibbiola (NO)
Tel. 0321 884443

Alcor di San Nazzaro Sesia

Piazza Vittorio Veneto 4
28060 San Nazzaro Sesia (NO)
Tel. 0321 834234

Contattaci per prenotare una visita specialistica oculistica, ad un costo sostenibile e senza lista d’attesa.
Troveremo insieme il giorno e l’orario più adatti alle tue esigenze, in breve tempo